Archives for aprile 2016

newsletter 480°GRADI, la grande pizza

La Grande Pizza | ANCORA UN SUCCESSO CON LE PIZZE DI UGO ALCIATI

Dopo la Margherita “destrutturata” di Alessandro Boglione che lo scorso 15 marzo, in una cornice di pubblico incuriosito dall’idea di assaggiare una pizza “stellata”, ha dato il via all’avventura della primissima tranche de La Grande Pizza, martedì 5 aprile è stata la volta di Ugo Alciati. Una stella una stella Michelin, chef del Ristorante Guido ospitato presso le Tenute Fontanafredda di Serralunga d’Alba: un professionista di grande talento, executive chef di Eataly, Chef Ambassador di Expo 2015 ed entrato nel ristretto elenco dei 40 chef più influenti d’Italia voluto dal Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina per la creazione del Food Act, progetto che punta a tutelare e valorizzare prodotti, tradizioni e unicità del made in Italy.

more
newsletter 480°GRADI

L’intervista: Ugo Alciati | PRIMA STELLA DESTRA

Una stella Michelin, 2 forchette Gambero Rosso, 2 cappelli dell’Espresso: il secondo chef stellato coinvolto ne “La Grande Pizza” si racconta, partendo da quando tutto è iniziato Germano Longo

C’è chi nasce sotto una buona stella, e chi invece con le stelle impara a conviverci da quando è nato. Ugo Alciati è un figlio d’arte, uno a cui il destino ha assegnato in dono un talento, ma prima ancora l’appartenenza ad una dinastia e un cognome che nell’universo della ristorazione ha un peso specifico decisamente alto. Papà Guido e mamma Lidia hanno semplicemente cambiato la storia, roba da niente, sdoganando dal loro ristorante “Guido da Costigliole” la cucina piemontese davanti al mondo intero. Prima di loro, tutto si limitava a piatti regionali relegati alle trattorie, dopo di loro, gli “agnolotti del plin” sono arrivati ovunque, incuranti se in mezzo ci fossero oceani e fusi orari. E tutto questo, per essere chiari, quando la cucina non era ancora un mestiere di tendenza, ma soltanto quello che è ancora oggi: fatica, dedizione e passione. Togline una delle tre, e chissà come mai, un piatto non verrà mai bene.

more
Newsletter 480°GRADI, le nuove pizze

Arrivano le nuove pizze: 19 SPECIALITÀ, UNA MEGLIO DELL’ALTRA

Rullo di tamburi please, perché come promesso, il passaggio di consegne fra il marchio che ci ha accompagnati all’esordio, Gennaro Esposito - Bra, e quello tutto nuovo, 480°GRADI, porta in dote tante novità. La prima, la più visibile e quella a cui abbiamo lavorato tanto, perché come si dice in questi casi, rappresenta il nostro core-business, è la nuova carta della pizza. Al momento si tratta di ben 19 varianti diverse, studiate con grande cura scegliendo prodotti di aziende artigianali che producono vere eccellenze gastronomiche italiane e utilizzando tantissimi Presìdi Slow Food.

more
newsletter 480°GRADI

La nuova carta dei dolci |SWEET DREAMS

Come la pizza e il caffè, i dolci napoletani sono autentici simboli della cultura partenopea, piccole porzioni di poesia che ricordano il mare e i vicoli più animati della città del Vesuvio. Ma anche le tradizioni possono e devono essere rivisitate: è quello che abbiamo voluto fare noi, costruendo una carta dei dolci unica, introvabile da altre parti, che dopo la pizza aggiunge un altro tocco di napoletanità al nostro menù. Un piccolo elenco, nato grazie alla collaborazione di Andrea Aimonetto, titolare de Il Melograno, un catering di alto livello che da sempre cura allo stesso modo creatività ed eleganza.

more
newsletter 480°GRADI

Anche noi nell’Alleanza Slow Food dei Cuochi

LA NOSTRA PARTE, PER UN MONDO PIÙ GIUSTO

L’Alleanza Slow Food dei Cuochi nasce nel 2009 a Torino, quando un migliaio di professionisti della cucina provenienti da oltre 150 paesi diversi si riuniscono in occasione di Terra Madre. L’idea è quella di trasformarsi nei promotori della biodiversità agroalimentare attraverso un’alleanza con i piccoli produttori di tutto il mondo. Perché i cuochi? Sono loro, in fondo, i migliori interpreti dei territori in cui operano, solisti di un’arte antica che meglio di chiunque altro sanno valorizzare i prodotti applicando mestiere e creatività.

more
newsletter 480°GRADI, img 06

Le originali di Davide Finotti

IL GRANDE NORD Come ogni nuovo inizio del mese, al consueto elenco di pizze se ne aggiungono tre che hanno una particolarità: un timer di esistenza calcolato su un solo mese, per poi sparire per sempre. Ognuna ha una connotazione precisa: la “Speciale” è la più creativa, quella più vicina al concetto di gourmet, con largo uso di prodotti tipici stagionali. Quindi la “Tradizionale” che al contrario si basa su ricette, rivisitazioni o prodotti tipicamente campani, per finire con la più esotica di tutte: l’Internazionale. Questo mese, l’Internazionale fa tappa in Svezia.

more